Lei vuole cambiarlo? Intanto, voi salvatevi!

111HC’è stato un momento, un piccolo, fottutissimo momento in cui anche io come tutte le donne ho commesso l’Errore. No, la E maiuscola non è un refuso. La E maiuscola è d’obbligo. Perché non mi sto riferendo a un semplice errore tra tanti. Io sto parlando dell’Errore per antonomasia, il più stupido, il più banale eppure il più macroscopico, l’errore inenarrabile di cui ci si vergogna una volta che si comprende di averlo commesso e di esserci cascate proprio come tutte le altre. Ebbene sì, anche io, come tutte le donne, una volta ho pensato: “Io lo cambierò.”

Questa frase nel cervello delle donne è riconducibile e spesso sottende un’altra frase a corollario: “Io lo salverò.” Cambiare e salvare sono due verbi che vanno di pari passo nel femminil-pensiero, quello che porta le donne alla follia più semplice e totalizzante. La follia che le porta a dimenticare se stesse e a mettere l’uomo del desiderio al centro del proprio mondo, come se tutta la loro vita ruotasse attorno a lui.

Quando una donna cade in questa trappola, le frasi che dice sono le stesse che hanno detto tante altre donne prima di lei, ma lei le utilizza e le ripete come se fosse la prima volta che le sente, per convincere un po’ se stessa e un po’ gli altri che no, il suo è un caso a parte, che no, non si sta buttando via, che no, lei è l’eccezione, che no, non sta facendo le stesse cazzate che ha fatto l’amica tre anni prima, quando magari era lei a dispensarle consigli e diceva “cara, non credi che sia ingiusto farsi trattare da zerbino?”. No, a lei non può accadere. E per crederci meglio, ripeterà all’infinito le solite cazzate.

 Continua a leggere    Lei vuole cambiarlo? Intanto, voi salvatevi!

Prima legge della giungla: non incolpare Cita

IMG_0666_schaduleOsservando certe dinamiche di coppia, credo sempre meno alla teoria del “è arrivata quella stronza e me l’ha portato via” e sempre più a quella del “manco questa se l’è preso, ma che ho fatto io di male?!”, con la segreta speranza che alla prossima, magari, andrà meglio, e si riuscirà a liberarsi dell’inutile fardello con l’alibi perfetto della terza incomoda. È grazie a lei, infatti, che spesso alla fine di una storia si riesce a salvare la faccia e a raccogliere i tanto agognati consensi: senza l’amante come capro espiatorio, senza la possibilità di dire che con lei lui, “il bastardo”, ha avuto la sfacciataggine di tradire, come si fa a evitare di guardare al problema principale e prendersi la propria parte di responsabilità per l’accaduto? Continua a leggere Prima legge della giungla: non incolpare Cita

Anche tu sei uno stronzo? No, sono io!

stronzoUn giorno ho sentito dire da un uomo piuttosto illuminato questa massima: “Chissà per quale strano fenomeno paranormale le persone rimangono di merda quando le trattiamo nello stesso modo in cui ci hanno trattato” (cit. Alessandro Dezi). Ci ho pensato sopra, mi sono resa conto che era verissimo, e l’ho messa via nelle cose da ricordare perché sapevo che prima o poi mi sarebbe tornata utile. Le massime, prima o poi, tornano sempre utili.

Se non siamo centrati, nella vita di relazione è sempre difficile capire se stiamo scivolando nelle paludi della tristezza insieme ad Artax, se siamo vittime o carnefici, in quali circostanze diventiamo prima l’una poi l’altra cosa, e come possiamo slegarci da questi Continua a leggere Anche tu sei uno stronzo? No, sono io!

Il modo per scoprire se il tuo partner è un serpente a sonagli

amore-viziatoQuando si parla di rapporti di coppia, o più in generale di rapporti umani, mi viene da dire che se dovessi proprio generalizzare e cercare una causa ai disastri dilaganti di questi ultimi anni non la cercherei nelle differenze e tra uomo e donna e nelle peculiarità che hanno i due sessi nel vivere l’amore, i sentimenti, le relazioni, ma cercherei una causa molto più profonda e forse molto più democratica.

Se dovessi cercare un motivo di fondo alle menate da fuori di testa e ai problemi inutili, alle vite d’inferno e alle separazioni che alcune coppie si trovano a vivere e ad affrontare al giorno d’oggi, ecco, mi viene in mente una cosa soltanto: secondo me la differenza non la fa se sei uomo o donna, la differenza vera la fa se sei viziato o no.

Ci sono donne che si fanno in quattro per far conciliare lavoro, eventuali figli e vita privata, cercano di non essere troppo rompicoglioni e di rispettare il compagno che condivide la vita con loro, e Continua a leggere Il modo per scoprire se il tuo partner è un serpente a sonagli

La qualità che tutte le donne dovrebbero avere e che l’uomo ha!

uomo-razionaleSegretaria: Come fa a descrivere le donne così bene!?
Melvin: Penso a un uomo, e gli tolgo razionalità e affidabilità.

Così risponde lo scrittore Melvin Udall, interpretato da un fantastico Jack Nicholson, a
chi gli chiede come fa a creare i personaggi femminili per i suoi bestseller rosa in
“Qualcosa è cambiato” di James L. Brooks.Ecco per lui, in sintesi, la donna: un essere umano incapace di usare la logica consequenziale per portare avanti i propri ragionamenti, che finiscono per essere totalmente irrazionali e sconclusionati, creando danni collaterali relazionali pressoché infiniti.

Certo, c’è quella puntina di maschilismo che fa capolino ed è pure bello riderci sopra, ma facendo una breve riflessione e un po’ di misurata autocritica, mi sento di dire: caro zio Jack, temo tu abbia colto nel segno.

Prima di liquidare la mia riflessione con la solita manfrina del “eccone un’altra che dopo tutte le conquiste del femminismo fa un passo indietro nell’involuzione”, vi invito a riflettere sul fatto che la maggior parte delle Continua a leggere La qualità che tutte le donne dovrebbero avere e che l’uomo ha!

C’era una volta Superman, oggi esiste l’Uomo Figa

supermanConosco coppie che pur di non lasciarsi, continuano a disprezzarsi moltissimo. Non ridete: la paura della solitudine è una brutta bestia, e come diceva non ricordo chi, procura strani compagni di letto. Ma finché sono compagni di letto la questione sembrerebbe pure divertente.

Sempre più spesso, invece, ci sono coppie che a letto si divertono sempre meno [per non dire nulla] e finiscono per sostituire il sesso coi litigi, i baci con gli insulti, Continua a leggere C’era una volta Superman, oggi esiste l’Uomo Figa

Vademecum dell’amica di merda

amicaOgnuna di noi ha incrociato almeno una volta nella vita un’amica di merda, e se nel momento dell’incontro non aveva ancora abbastanza esperienza per individuare la sua essenza di amica di merda, è rimasta di certo vittima delle sue nefandezze.

Ma come si fa per prevenire e tutelare la propria persona da questo genere di zecca che con la scusa della propria vita di merda arriva a vomitare sugli altri le proprie frustrazioni rendendo prima o poi la loro vita un inferno?

Ci sono alcune caratteristiche che uniscono le diverse tipologie di amiche di merda, che comprendono: le semplici stronze, le bipolari, le problematiche, le psicotiche, le passivo-aggressive e le megalomani, che dalla loro possiedono una grandissima immaginazione e un’incredibile capacità di creare realtà alternative e assolutamente false a cui credono tantissimo e a cui, se non state attente, finirete per credere persino voi. Se siete davvero sfortunate, potete ritrovare tutte queste caratteristiche unite insieme nella stessa persona, e allora saranno un po’ cazzi amari. Vediamo perché. Continua a leggere Vademecum dell’amica di merda

Hai mai detto: “l’amore è bellissimo?”

amore-poesia-redL’amore è bellissimo. Ti fa provare sensazioni uniche, ti fa volare sui tetti del mondo, ti fa assaporare l’infinito.

L’amore è così meraviglioso che c’è gente che si innamora non delle persone con cui esce, ma dell’amore in sé e di quello che in sostanza gli fa provare: un tumulto di emozioni, farfalline, montagne russe, desiderio, passione, ancora farfalline, e poi l’altro lato della medaglia [perché in fondo, per tanti, anche i drammi sono belli: altrimenti perché mai leggereste i romanzi della Pilcher e seguireste il Segreto in tv, perdio?!] fatto di timori, gelosie, insicurezze, voglia di prendere l’altro a badilate nei denti perché non fa quello che ci aspettiamo o non ci ama tanto quanto lo amiamo noi.

Insomma, l’amore ha diversi effetti sulla nostra vita, e belli o brutti che siano li giustifichiamo tutti dicendo “eh, ma l’amore è così”. Ma sarà proprio così davvero?

Continua a leggere Hai mai detto: “l’amore è bellissimo?”

Rapporti umani a Natale: 5 step per uscirne indenni

natale-regaliÈ ufficiale: siamo entrati nella zona cesarini del delirio che sfocerà a breve, brevissimo, nel panico di Natale.

Il fenomeno inizia strisciante, con le prime ansie delle liste di #cosaregalareachi e #chisimeritacosa stilate alla veloce su agende, fogli volanti e post-it in ogni attimo libero della giornata, da quello solitamente dedicato al relax post lavorativo fino ad arrivare alla vera e propria seduta sulla tazza, per taluni ancora fonte ispiratrice di ottime idee.

Continua poi a crescere nella seconda e nella terza settimana di dicembre, in cui ancora ci Continua a leggere Rapporti umani a Natale: 5 step per uscirne indenni

Ecco i 4 modi per sopravvivere ai silenzi di WhatsApp

chatSe lui non ti chiama, non ti scrive, che vuol dire?

C’era chi diceva che se non ti cerca, non gli piaci abbastanza, ci hanno fatto un libro e poi un film di successo.

Se lo è chiesto anche Alessandro Nicolò Pellizzari, che sembra essere un fine conoscitore degli uomini e ne svela i segreti comportamentali nel suo blog personale*, ormai punto di riferimento per le donne che vogliono capirci qualcosa in più in questo immenso casino che sono diventate le relazioni moderne.

A sua volta Pellizzari è partito da una riflessione dell’incontenibile Selvaggia Lucarelli, che Continua a leggere Ecco i 4 modi per sopravvivere ai silenzi di WhatsApp